Get it on Google Play

Get it on AppStore

 

Abbonamento

Il Lavoro, periodico dell'OCST, da decenni è un punto di riferimento per le informazioni sui contratti, le nuove normative, la previdenza, il mondo del lavoro, la formazione.

Informazioni giornale>>

Formulario abbonamento>>

2018

Il Lavoro n.1 del 25 gennaio 2018 Il Lavoro n.2 dell'8 febbraio 2018
Il Lavoro n.3 del 1. marzo 2018 Il Lavoro n.4 del 15 marzo 2018
Il Lavoro n.5 del 29 marzo 2018 Il Lavoro n.6 del 19 aprile 2018
Il Lavoro n.7 del 3 maggio 2018 Il Lavoro n.8 del 24 maggio 2018

Prima pagina

Venerdì 1. giugno con il messaggio sull’Iniziativa popolare federale «Per un congedo paternità ragionevole – a favore di tutta la famiglia», il Consiglio federale ribadisce la sua volontà di non concedere che un giorno solo ai nuovi padri. Non comprendiamo questa decisione del CF; la palla è ora nel campo del Parlamento.
Vi era timore un anno fa, quando il Gruppo Ariston decise di «traslocare» il reparto di Ricerca & Sviluppo della Elcotherm Termogamma di Biasca, che la prossima volta sarebbe toccato alla produzione. Purtroppo i timori si sono rivelati fondati!
Le trattative per il rinnovo del CCL dell’industria metalmeccanica ed elettrica si sono concluse con successo, con significativi progressi per oltre 100’000 lavoratrici e lavoratori assoggettati al contratto. Un chiaro segnale che il settore metalmeccanico si lascia definitivamente alle spalle lo shock del franco subìto nel 2015.
Il 29 Maggio 2018 la Commissione Paritetica Cantonale del CCL per Prestito di personale ha emanato una circolare che formalizza le indicazioni in merito al riconoscimento dell’indennità di lavoro per i lavoratori interinali, e l’applicazione dell’art. 24/2 CCL.
Tra le varie attività svolte nel corso della mia esistenza vi è stata anche quella del giornalista. Una professione esercitata soprattutto tra gli anni Ottanta e Novanta quale responsabile dell’informazione nazionale radiofonica accanto a professionisti, ancora attivi nonostante abbiano superato la cosiddetta età della pensione, quali Fazioli, Sofia, Tuor, Jelmini e molti altri che hanno calcato con successo la nostra scena mediatica.