News

Il Comitato direttivo dell’OCST ha preso atto del fatto che il voto del prossimo 29 aprile, che pur riguarda solo gli aspetti fiscali della riforma fiscale e sociale proposta dal Consiglio di Stato e approvata dal Parlamento, in virtù di un accordo politico che prevede che l’entrata in vigore di una parte è indissolubilmente legata all’altra, mette una seria ipoteca anche sulle riforme sociali proposte.

Il Consiglio di Stato saluta con grande soddisfazione la nascita del Consorzio direzionale tra la Società navigazione Lago di Lugano (SNL) e la Gestione governativa laghi (GGNL) e la conseguente ripresa della navigazione di linea e turistica sul bacino svizzero del Lago Maggiore a partire dal 25 marzo 2018.

È un po’ deprimente doverlo ripetere, ma anche l’8 marzo di quest’anno ci pone nelle condizioni di dover ribadire che alla disparità salariale non è ancora stata trovata una soluzione soddisfacente e continuano a persistere differenze tra i salari degli uomini e quelli delle donne, a parità di competenze. Ma vale la pena di farlo, perché c’è ancora qualcuno che nega questa realtà.

Il Consiglio federale ha deciso di conferire l’obbligatorietà generale al nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL) per il mestiere di parrucchiere. 
Due argomenti, che per molti aspetti sono collegati, hanno monopolizzato la discussione nella seconda metà dello scorso anno: il salario minimo e l’innovazione tecnologica. Sono entrambe questioni sulle quali il sindacato OCST desidera proporre la sua riflessione in modo costruttivo, allontanandosi dalle polemiche e dagli allarmismi.